• federica solera

CAMBIO DI STAGIONE: L'ORTICA


Ecco un piccolo approfondimento su un'erba comune, a volte sottovalutata proprio perché considerata un po' noiosa.

L'ORTICA: detta anche urtiga, erba ca foura, ardica, rittica, ardiculi, ozziau.

Cresce in tutta Italia dal mare alle zone alpine nei luoghi ricchi di sostanze azotate; si rinviene presso le case, lungo le siepi, qua e là nei boschi. Si raccoglie da aprile e settembre.

Ha proprietà urticanti, dietetiche, diuretiche, depurative, antiinfiammatorie intestinali, normalizzanti del cuoio capelluto.

L'ortica ha valore curativo nella sua interezza: dalla radice allo stelo, dalle foglie fino al fiore. É la nostra migliore pianta medicinale depuratrice del sangue, il che la rende ottima nei cambi di stagione per sostenere il sistema immunitario. Aiuta nelle infezioni delle vie urinarie. Le foglie e il fusto sono in grado di favorire l'eliminazione di cloruri, acidi urici e colesterolo. L'ortica è ricca di principi azotati, aminoacidi e proteine, sali minerali e vitamine.

Nell'Ottocento si attribuiva all'ortica la capacità di far calare il tenore di zucchero nel sangue.

Consigliata in autunno/primavera la sua tintura madre, per affrontare gli sbalzi di temperatura e il cambiamento del clima.

Io la uso nei risotti e la trovo ottima come pesto (ecco link alla ricetta). Molto buona anche nelle zuppe o minestre, si può utilizzare essiccata se non si è in stagione o si ha difficoltà a reperirla fresca.

Trovo sia una buona amica, vicina e senza pretese. Affidabile e buona.

Non fatevela scappare se la incontrate al banco della verdura al mercato!

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

CIANO MILK