• federica solera

L'eleganza della Maggiorana


La maggiorana ha un profumo poetico, fresco e aromatico. Parente dell'origano, è dolce e gradevole, accomodante e conciliante.

Quando Angela mi ha chiesto qualche consiglio su come usare la maggiorana, infatti, sono stata molto contenta perché è un'erba che non viene considerata spesso nella quotidianità. Si lascia da parte per un'occasione speciale oppure non si osa un abbinamento, va così relegata nell'angolo dei profumi poco usati.

Il suo aroma è dovuto agli oli essenziali molto volatili, perciò la maggiorana si esprime bene con cotture leggere e delicate o aggiunta all'ultimo sulle pietanze.

La maggiorana ha proprietà digestive e antispasmodiche, facilita quindi la digestione.

Le infiorescenze essiccate vengono usate per infusi che conciliano il sonno, nelle dosi di 1 g in 100 ml di acqua. In grandi quantità potrebbe agire come stupefacente.

La polvere delle foglie essiccate è utile nel raffreddore, per suffumigi e inalazioni.


Ma veniamo al punto centrale: come uso la maggiorana in cucina?


Come dicevamo poche righe fa, la maggiorana viene aggiunta alle pietanze all'ultimo momento per non disperdere l'aroma e vanificarne il suo apporto.

Mia mamma ne ha molta in giardino, perciò ne ho a disposizione una buona quantità. Fuori stagione la conservo essiccata, in un barattolo di vetro ridotta in polvere: è molto pratica e la posso aggiungere ai cibi come se fosse un'essenza, senza che mi dia fastidio.

Il consiglio principale per assaporarla e apprezzarla è di aggiungerla a cottura praticamente ultimata o addirittura come se fosse un condimento.

Il suo aroma si abbina molto bene alle uova: nelle omelette, nelle frittate con verdure delicate, nei flan o sformati di piccole dimensioni e che necessitano di cotture brevi.

Mi piace molto sul pesce: branzino e orata specialmente, ma anche nel pangrattato sulle acciughe o con il baccalà.

Con verdure delicate: fagioli cannellini, zucchine, carote e patate; per esempio una crema di patate alla maggiorana e timo. Oppure delle carote al limone e miele al forno, profumate con maggiorana.

L'ultima scoperta entusiasmante sulla maggiorana l'ho fatta poche settimane fa: volevo un sale aromatico di esempio per il corso sulle erbe, così ho frugato nella dispensa e ho tirato fuori tutti i miei profumi, come un pittore fa con i suoi colori. Mi sono messa ad annusare e sentire, finché improvvisamente eccolo: abbinamento trovato, MAGGIORANA E LAVANDA.

Un matrimonio di sapori e profumi, una perfetta armonia. E adesso!? Come lo uso?

Ho trovato l'abbinamento efficace con i carpacci di manzo o di pesce. Patate e carote al vapore o lesse. Carne di agnello alla brace/griglia. Di più non so, devo ancora sperimentare!


E voi come sperimentate i sapori in cucina? Come usate usate la maggiorana? Ci sono erbe su cui vi piacerebbe avere altri suggerimenti?


Un abbraccio, Federica.



10 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram

© 2023 by  federica solera 

+39.339.4392111 info@federicasolera.com

Via Pasquale Sottocorno 17

20129, Milano

P. I. 10419120968