• federica solera

Canederli a modo mio

Aggiornato il: gen 11

Proseguo con le ricette e rimaniamo in tema gnocchi, però di pane!

La ricetta dei canederli che segue, l'ho dedotta attraverso qualche sbirciatina qui e lì. Non ne possiedo una ufficiale, ma diciamo che nella pratica non mi ha mai delusa. Per cambiare sapore, ma anche perché ci stavano bene, ho aggiunto dei funghi porcini, che sono facoltativi o sostituibili.

Per l'ammollo del pane avete tre possibilità a seconda di gusti, allergie, scelte di vita. L'unica attenzione è alla densità del liquido che si sceglie, che determina una leggera variazione di quantità: serve un po' meno acqua rispetto a un latte denso. Ma qui dovrete esercitare la vostra sensibilità per incontrare il vostro gusto.

Come sempre vi chiedo di tenere alta l'attenzione a ciò che succede nelle vostre mani e di apportare le correzioni che vi sembrano necessarie nel vostro caso. A volte, infatti, serve un goccio in più di questo o quell'altro a seconda del qui e ora.

Io ho accompagnato gli gnocchi di pane a una vellutata di zucca e pancetta croccante. A voi la scelta del condimento. Classici e molto buoni anche al burro e salvia o in brodo.


Canederli ai funghi porcini

PER 4 PERSONE - 24/30 gnocchi circa

250 g di pane raffermo

50 g di farina (io uso tipo 1 o 2)

10/15 g di funghi porcini secchi

2 uova

20 g di Grana o Parmigiano

sale q.b.

pepe q.b.

1 bicchiere circa di latte/"latte" vegetale/acqua per ammollare

Prezzemolo


In una ciotola abbastanza capiente, mettere in ammollo nel latte/acqua il pane raffermo con i funghi sminuzzati per un paio di ore o fino a che non riuscirete a sbriciolarlo con le sole mani, strizzarlo molto bene ed eliminare il liquido in eccesso.

Aggiungere le uova, il formaggio, la metà della farina, un pizzico di prezzemolo e aggiustare di sale e pepe a piacimento. Amalgamare bene, non ci devono essere pezzi di pane più grossi, ma tutto sbriciolato. Ne deve risultare un impasto compatto, che rimane ben amalgamato ma non troppo asciutto. Aggiungere il resto della farina solo se necessario per compattare ulteriormente.

Formare degli gnocchi rotondi, del diametro di 5 cm circa. Adagiare man mano gli gnocchi su una placca da forno. Cuocere gli gnocchi, non più di 6 o 7 alla volta, in acqua bollente salata o direttamente nel brodo. Sono pronti quando vengono a galla e prendono un bollore per qualche secondo. Una volta cotti, condire come desiderato e servire.

I canederli si possono conservare cotti e sconditi per due o tre giorni in frigorifero; riscaldare in acqua calda al momento del servizio.


N.B: Potete mettere alla prova il vostro impasto facendo cuocere uno gnocco piccolo in acqua bollente, come poi farete dopo per tutti gli altri.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

CIANO MILK

  • Facebook
  • Instagram

© 2023 by  federica solera 

+39.339.4392111 info@federicasolera.com

Via Pasquale Sottocorno 17

20129, Milano

P. I. 10419120968